Fanterie

FANTERIE DALLE ORIGINI AI GIORNI NOSTRI

PORTA CRUCIFERA
Motto: “Excelsior crux, maior gloria”

 


I BALESTRIERI DI PORTA DEL FORO
Motto: «Tria capita, una mens»

(Foto B. Tavanti – Aretia Libri) (Archiviprivati Franco Lucani, 1977)

PADRE RAIMONDO ANTONIO CAPRARA (1910-1980) “Il domenicano”
(DA TERRANOVA DI POLLINO A CORRETTORE NELLA CHIMERA)

(Archivio privato Fotolaboratorio Tavanti e Comunità di San Domenico)

Settembre 1977: 54esima edizione – Giostra delle lance spezzate anni Settanta.
Il 10° successo di Porta del Foro; l’ultimo, storico, conseguito in vita da Padre Raimondo quale Correttore giallocresimi in San Domenico il
“gigante Domenicano del Pollino”, sarà il punto di riferimento fondamentale della Diocesi negli anni difficili per la città e la “Repubblica di San Domenico”, nel
corso del periodo bellico e subito successivo.
Padre Raimondo ha retto le “sorti del territorio parrocchiale” per 42 anni ininterrotti e si è reso partecipe – in San Lorentino – di ben 7 vittorie della Compagine.
Dopo il transito della salma a Bibbiena, per un breve periodo, di circa un anno, i resti mortali del prelato lucano furono definitivamente tumulati nella basilica di San Domenico;
per sentita partecipazione espressa dal Popolo chimerotto e dalla città.

TURCASSI, VERRETTE, LAME, CAMAGLIO… E SOGNI CORONATI

La coreografia dei balestrieri in Piazza Grande, agli ordini del Maestro di Campo è da sempre il saluto stesso della città alla Rievocazione nonché alle proprie
origini.