1957 Storico Successo

1957 – STORICO SUCCESSO BOTTACCI E TORRINI TRIONFANO DOPO 18 ANNI. IV LANCIA D’ORO: UNA VITTORIA MEMORABILE DA TRIPOLI TORRINI A DON BERTINI: UN FIUME DI PASSIONI

 

 

Ivo (“Botta”) Bottacci con il Capitano biancoverde Mario Coleschi, dinanzi all’ingresso della basilica di San Domenico, poco prima di una Giostra negli anni ‘50. Nell’ altra immagine (storica) lo vediamo a cavallo con la lancia d’oro del 1957, mentre celebra la vittoria dopo quasi 20 anni di astinenza, in compagnia di “Tripolino”. Sarà l’ultimo successo della sua vita; per “Tripolino” – invece – sarà il 10° personale in carriera.

(arch. stor. R. Parnetti)

DON RENATO BERTINI: Carismatico Correttore di Sant’Andrea – Anni ’50 (e ’60)

(«Nessun dorma! …Andate e vincete, altrimenti saranno legnate!»)… ma la “benevola ed amorevole minaccia”, porterà solo ad una vittoria.
Storico successo sopra illustrato, conseguito nel 1957.
L’illustre prelato aretino scomparirà il 5 luglio 2005, all’età di 79 anni.
Tutti i giostratori di S. Andrea sono stati benedetti da Don Renato.
Strettissimo è stato il rapporto instaurato a suo tempo
sia con Piccoletti che con tutti i direttivi biancoverdi in vigore negli anni ’60, ’70 ed ’80.

(Arezzo) San Gemignano: La piccola chiesa medievale intitolata a San Gemignano, della quale è (sopra) visibile l’ingresso, fu edificata intorno al XII sec. Per c.ca 50 anni – tale chiesetta – è stata l’unica dimora retta amorevolmente da Don Renato Bertini. La vetusta chiesa sorge in territorio biancoverde, proprio sul confine che delimita due quartieri (rivali e confinanti): Porta S. Andrea e Porta Crucifera. Don Renato è stato amato e stimato anche negli altri Quartieri della città. La sua opera sociale e religiosa, si è espletata nel portare concordia non solo fra le due fazioni rivali, ma amore, solidarietà e cultura in ogni ambiente frequentato. Sacerdote, insegnante, giornalista, storico dell’arte e amante della polifonia; don Renato Bertini è stato corrispondente in seno ad alcune prestigiose testate nazionali ed insignito nel 2003 con una medaglia d’oro, per il suo cinquantesimo anniversario al sevizio del giornalismo aretino e non solo.
(Foto Archiv. priv. Famiglia Ilaria Bertini e “Il Bando”)