2004 – LANCIA D’ORO DEDICATA A PETRARCA

LANCIA D’ORO DEDICATA A PETRARCA (NEL VII CENTENARIO DELLA NASCITA)
2004: NOVE PERSONAGGI… PER FRANCESCO PETRARCA

capitani

Il Maestro di Campo con tutti i Giostratori in occasione della Bollatura
dei cavalli prima della Giostra di settembre 2004 dedicata a Petrarca.
Da sin.:
Stefano Cherici (“bricceca”) per Porta S. Andrea,
Enrico Giusti per Porta del Foro, Marco Filippetti per Porta Crucifera,
Enrico Vedovini (“ucillino”) per Porta S. Andrea
 il Maestro di Campo
Massimo Malatesti (al centro), Luca Veneri per Porta S. Spirito,
Alessandro Vannozzi per Porta Crucifera, Gabriele Veneri per Porta del Foro
e
Carlo Farsetti per Porta S. Spirito. (Foto Piero Vannuccini – Archivio Giostra del Saracino).

 

«Per le strade di Sant’Andrea (in via Garibaldi con il tamburino Luciano Naccarato)»

A.D. 2004 – Dedicato a Petrarca (Novelle “madonne… Laura”)

Nota storica: Fedelissimi della casa di Svevia e consorti della casata dei Bostoli, agli inizi del Duecento i Testi (guelfi) hanno una solida base di potere nel contado e sono attivi nella vita politica aretina. Figura di primissimo piano di questa casata è stato Arrigo di Messer Testa, podestà in numerose città del centro-nord, entrato per una sua “canzone” nella storia della letteratura italiana. La casata Testi si estinse prima della fine del Cinquecento (Luca Berti)